RACCONTI BREVI PDF Stampa E-mail

Primo premio

LA RISPOSTA DI DIO
Stefano Borghi -  Cassina de Pecchi (Milano)

E Dio ci risponde sempre. Basta ascoltarlo! Dicembre alle porte ci invita ad una grossa riflessione sulla vita, sul dolore, sulla gioia degli sguardi, delle piccole cose, dei teneri sorrisi. La storia di tre persone, Stefano-Maria-Teresa, è descritta in un racconto toccante, un racconto che entra nel cuore, nell'animo, tra gli angoli più nascosti, ma più veri, della nostra coscienza. I fili della storia dei tre vengono mossi e diretti da Dio, un Dio nascosto ma presente in ogni parola pronunciata e vissuta dall'autore. Un Dio che ha un progetto ben definito, nel quale però, noi esseri umani non possiamo entrare.  È qui “ entra in gioco” la nostra limitatezza: riconoscere la sua enormità significa prendere coscienza di noi!
Stefano è il padre (ora ha 70 anni), Maria è la madre (ora morta), Teresa è la figlia che oggi compie trent'anni. Una figlia viva che riesce a comunicare con piccoli ma dolci gesti, con teneri sguardi: Teresa c'è, Stefano c'è. Il ” c'è” vuol dire: vivono in sintonia, vivono con una percezione di sé e degli altri più forte di coloro che vivono ma non ci sono. L'autore è eccezionale nel suo vivere accanto a Teresa, ed è eccezionale anche nelle parole che “ dedica” a Maria (“ l’ha sempre guardata come se fosse la bambina più bella del mondo”). Tante le frasi da elencare: tutte belle, tutte delicate, tutte sentite dal profondo del cuore. Un cuore, quello dell'autore, toccante, un cuore che ancora, a settant'anni, palpita, vive, soffre, ma ama.  E cosa dire, poi, delle sue paure? Comprendo, le comprendo, perché ? Le ho anch'io. Grazie, Stefano!    [Annamaria Apicella]

 

 

 

Secondo  premio

SCINTILLE DI VITA
Francesco Marconi  - Roma

Quanti di noi hanno percepito, hanno sentito, hanno avvertito le sensazioni di cui parla l'autore? Attraverso un discorso, o forse meglio un discorrere lento, preciso, minuzioso, una mamma e una figlia intrecciano pensieri e azioni. Chi scrive è una bimba che ha scoperto di vivere: di assorbire i pensieri di sua madre nelle acque del suo pancione. Un argomento, questo, molto delicato, ma tanto sottile. Riflessioni smaglianti, profonde, percettibili dolcemente: gioie, bellezze, felicità unite a profumi di fiori, calore del sole, verde dei prati, silenzio dei boschi ... l'amore. Ed è l'amore che, unendo i due esseri in una sensazione di ascolto molto forte, salva la piccola rendendola alla vita. Una bimba  “ diversa” nascerà solo dopo che i suoi messaggi di vita raggiungeranno il dolore di sua madre: una donna in ascolto totale della bimba-figlia che desidera ardentemente dare corpo ai suoi sogni. [Annamaria Apicella]

FRANCESCO MARCONI.II PREMIO RACC.BREVI.jpg

 

Terzo premio ex aequo

ROSSO IRLANDESE
Stefania Giovando (La Spezia)

Musica: onde che vagano sui fili di un violino. Tre ragazzine intente a pregnare l'aria di onde magnetiche. Musica, musicalità: risveglio di nostalgia, di rimpianto, di addii, di paura dell'ignoto, di emigranti, di un amore perduto. L'ascolto della donna è musica, come pure i suoi ricordi, le sue nostalgie. Le note suonano, vibrano inviando messaggi antichi. E tutto intorno si ferma: l'incanto è sospeso nell'aria. Il racconto è... musica. [Annamaria Apicella]

 

Terzo premio ex aequo

LEI ERA DIVERSA
Pierino Pini  - Montichiari (Brescia)

Tutto incentrato sul contrasto tra il linguaggio universale dell’amore, quello del corpo, che accomuna bestie e uomini, da una parte;  e  il codice linguistico, utilizzato per offendere e nascondere i veri sentimenti dall’altra, il racconto riesce a comunicare il senso di una rivolta muta e disperata, sotto gli occhi indifferenti o malevoli di gente sempre avara ed estranea di fronte al lutto e al dramma del diverso, condannato alla solitudine e all’emarginazione.   [Fabio Dainotti]

 

PREMIATI CON TARGA

Silvana Aurilia, Daniela Baldassarra, Mirtide Bonfanti, Sabino De Bari, Emilia Fragomeni, Marina Indulgenza, Arianna e Selena Mannella, Francesco Papalino.

TARGHE RACC.BREVI1.jpg

 

PREMIATI CON MEDAGLIA

Maria Baggi Necchi, Vincenzo Belcastro, Giuseppe Bellanca, Maria Bellucci, Alessandro Berardelli, Aldo Bonato, Roberto Braschi, Maurizio Catuara, Clemente Cipresso, Elena Cipriani Mazzantini, Patrizia Esposito, Enrico Fontanarosa, Sandra Frenguelli, Franco Gollini, Eugenia Grimani, Gennaro Liscio, Maria Lurini, Verdiana Maggiorelli, Dionigi Mainini, Renato Mangarelli, Maria Pia Marcorelli, Giulia Martano, Emilia Merenda, Mauro Montacchiesi, Laura Morelli, Francesco Palermo, Florio Panaiotti, Carla Petruzziello, Carmelo Polese, Franco Querini, Daniela Raimondi, Antonio Russo, Vittorio Sartarelli, Vincenzo Segneri, Graziano Sia, Alvaro Staffa, Carmine Valente, Antonio Giuseppe Valenti, Lenio Vallati, Jasna Zoric, Giuseppina Zupi.

 

 

 

RACC.BREVI.MED1.jpg

 

RACC.BREVI.MED.2.jpg

 

RACC.BREVI.MED,3.jpg

 

RACC.BREVI.MED.3.jpg