Anno 2005 PDF Stampa E-mail

Jean Jacques Rousseau per insegnare a leggere al suo Emile ritenne che sarebbe stato sufficiente far nascere in lui l’amore per la lettura.
Anche se sono trascorsi oltre due secoli, sentiamo di condividere pienamente questo pensiero. E’ una delle ragioni per cui in questa ventiduesima edizione del premio “Città di Cava” abbiamo deciso di sdoppiare la sezione narrativa in quella dei romanzi e dei racconti brevi.
Crediamo infatti che racconti brevi e romanzi rappresentino due diversi generi narrativi. Il racconto si distingue nettamente dal romanzo non solo per la brevità –può infatti essere letto “tutto d’un fiato” - ma anche perché la narrazione deve essere ridotta all’essenziale, evitando tutto ciò che è superfluo, lo stile deve essere stringato, ma preciso, in modo da catturare in pochi minuti l’attenzione del lettore, suscitando emozioni forti e profonde.

Il romanzo è più “ampio”, può permettersi di spaziare in dettagliate descrizioni dei personaggi e dei contesti in cui si muovono, di indugiare sulla loro psiche e sulle situazioni. Il romanzo ci accompagna per più tempo, si associa a “quel” mese, a “quella” vacanza, a “quel” periodo della vita…. Ci piace paragonarlo ad un film, al contrario del racconto breve che ci piace paragonare ad uno spot o ad cortometraggio da 100 secondi…
Sotto tale profilo crediamo anzi che il racconto può essere lo strumento più efficace per avvicinare i giovani alla lettura, perché maggiormente compatibile ed adattabile agli strumenti di comunicazione più diffusi quali i quotidiani ed i settimanali. In essi sarebbe facile e poco costoso ospitare (qualche volta già accade) racconti brevi con il risultato di stimolare la voglia di lettura che ci auguriamo si trasformi in una vera e propria passione.
E’ soprattutto la voglia di sviluppare l’amore per la lettura che ci ha spinti a potenziare per questa “Edizione 2005 del Premio Città di Cava” la sezione dedicata alla narrativa, sia essa il romanzo o il racconto breve. I risultati ci hanno dato ragione : la scelta operata si è rivelata vincente: numerose sono state le opere iscritte al concorso, tutte di buon livello.
Anche la sezione dedicata alla poesia è stata ricca di spunti e di temi nuovi e vecchi, con prevalenza per quelli intimisti.
La valutazione delle opere in gara è stata affidata alla Giuria composta dalle giornaliste Maria Alfonsina Accarino e Concita De Luca, da Fabio Dainotti ed Emanuele Occhipinti, docenti di materie letterarie, da Francesco G. Forte, responsabile della Casa Editrice Oèdipus.
Ringrazio vivamente i componenti della Giuria per l’impegno che hanno profuso nell’esame e nella valutazione delle oltre 500 opere in gara. Esse sono state in una prima fase attentamente esaminate da ciascun giurato. La riunione collegiale conclusiva è stata dedicata alla discussione sulla rosa delle opere che avevano conseguito i punteggi più alti, per pervenire alla formazione della graduatoria finale ed alla sintesi delle motivazioni per le opere graduate ai primi posti.
Su questa rivista riportiamo brani delle opere di narrativa prime classificate e, per intero, le poesie graduate ai primi tre posti.
Nel corso della cerimonia della premiazione la lettura delle opere prime classificate è affidata all’attore Giuseppe Basta che con la sua interpretazione riesce a cogliere le più piccole sfumature dei brani ed a regalare a chi lo ascolta, ed agli stessi autori, attimi di intensa emozione.
I brani di musica leggera sono a cura di Daria Alfieri, giovane avvocato, che nel tempo libero rivela la sua splendida voce e la passione per la musica.
Il Comune di Cava de’ Tirreni offre a ciascuno dei primi classificati nelle quattro sezioni concorsuali il premio di 600 Euro .
La consegna dei premi è svolta direttamente dal Sindaco, avv. Alfredo Messina, al quale va il nostro sentito ringraziamento. L’Amministrazione Comunale sostiene la nostra iniziativa, non solo con i premi, ma anche con la fattiva collaborazione degli uffici dell’Assessorato alla Cultura.
L’Azienda di Soggiorno e Turismo di Cava de’ Tirreni -che pure ringraziamo- offre ai primi classificati e ad un loro accompagnatore, residenti fuori della Campania, il soggiorno in città nella formula della “mezza pensione” per il giorno della premiazione.
Ringraziamo, infine, la Provincia di Salerno e gli altri Enti che sostengono la nostra manifestazione. Un ringraziamento particolare al Comune di Tramonti che offre ai premiati una degustazione dei liquori della costiera amalfitana affinché portino con sé un ricordo dei sapori tipici della nostra terra.

La Presidente
arch. Maria Gabriella Alfano