I CRONISTI DELLE NOSTRE STORIE Stampa
I poeti e gli scrittori sono uomini e donne che raccontano le nostre storie. 
Li ritroviamo sui campi di battaglia, nelle strade delle metropoli, sugli arenili assolati, tra i cumuli di macerie, nel verde mosaico della campagna…
Possono parlarci in versi o in prosa, ma restano la cassa di risonanza delle nostre nevrosi, dell’amore tenero, della passione, della speranza, del rimorso, dell’inganno e della frustrazione. Sono la voce dei ragazzi di borgata e degli emarginati, sono l’urlo dei derelitti e dei ribelli, degli incompresi e degli sfruttati.
A loro, cronisti di segmenti della nostra storia, di lampi di vita quotidiana, di frammenti della nostra coscienza, dedichiamo questa ventitreesima edizione del Premio “Città di Cava”, che si nutre della loro linfa e che attraverso la voce del singolo artista ci proietta nella dimensione universale della  percezione e della conoscenza.
Come è ormai noto, l’intento di stimolare sempre più l’interesse per la lettura ci ha spinto ad introdurre fin dalla scorsa edizione del Premio Città di Cava” la sezione dedicata ai “racconti brevi”.  I risultati ci hanno dato ragione perché è notevolmente cresciuto il livello delle opere iscritte a queste due sezioni concorsuali per non parlare poi della possibilità di scoprire un settore ancor più vasto ed intrigante. Molti racconti brevi sono inediti: leggere i dattiloscritti è un’esperienza affascinante ed allo stesso tempo difficile. Ma l’Iride vuole essere per i tanti scrittori che non vivono sotto i riflettori un’opportunità. Nomi sconosciuti dietro i quali si nasconde una penna interessante, nuova, in grado di trasmettere emozione, di raccontare.
L’edizione 2006 del Premio ha richiamato opere pregevoli, espressione e testimonianza dell’evoluzione della cultura e del costume della società. Si è passati così dal racconto storico e noir, dal romanzo a tratti rosa a quello sociale in cui l’uomo è sempre al centro di tutto e di tutti. Da Presidente sono stata onorata di scoprire ancora una volta che molti autori, candidati, risiedono in città lontane da Cava de’ Tirreni. Addirittura c’è qualcuno che vive al di là dei nostri confini nazionali, e tutti hanno compiuto, insieme alle case editrici, ogni sforzo per essere presenti alla manifestazione conclusiva del Concorso.
La valutazione delle opere è stata effettuata dalla Giuria composta quest’anno da Maria Olmina D’Arienzo, docente del Liceo Classico e supervisore SICSI; da Fabio Dainotti, docente di materie letterarie e poeta; da Concita De Luca, giornalista, e da Francesco G. Forte, responsabile della Casa Editrice Oèdipus.
Le modalità di selezione degli artisti sono state -come di consueto- articolate in due fasi: ciascun giurato ha esaminato e valutato singolarmente le opere in gara, successivamente, in seduta collegiale, la Giuria ha rivisto e discusso le opere, definendo la graduatoria finale.
Nel sito, oltre all’elenco degli scrittori premiati, riportiamo anche un “abstract” delle opere di narrativa risultate prime classificate e, per intero, le poesie graduate ai primi tre posti. Non potevano mancare i giudizi di merito stilati per ciascuna di esse dai componenti della Giuria. Un ricordo tangibile di questo Premio.
La manifestazione conclusiva del Premio –che si è svolta presso la Biblioteca Comunale di Cava de’ Tirreni- offre lo spunto per cogliere lo spirito del concorso e delle opere premiate, la cui lettura è magistralmente curata dall’attore Giuseppe Basta.
La splendida voce di Daria Alfieri, giovane avvocato con la passione per la musica,  ha accompagnato la serata con brani di musica leggera  italiana e straniera. 
Questa ventitreesima edizione del Concorso si svolge con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, del Comune di Cava de’ Tirreni ed è realizzata con il contributo dell’Assessorato ai Beni ed alle Attività Culturali della Provincia di Salerno che ha offerto i premi destinati ai primi classificati. La consegna dei premi è svolta proprio dall’Assessore, Gaetano Arenare, al quale va il nostro sentito ringraziamento per l’interesse con il quale ha sostenuto l’iniziativa.
L’Azienda di Soggiorno e Turismo di Cava de’ Tirreni -che pure ringraziamo- mette a disposizione ai primi classificati  e ad un loro accompagnatore, residenti fuori della Campania, il soggiorno in città nella formula della “mezza pensione” in concomitanza con il giorno della premiazione.
Ringraziamo, infine, gli altri Enti che sostengono la nostra manifestazione. Un ringraziamento particolare al Comune di Tramonti che da’ in omaggio ai premiati una degustazione dei liquori della costiera amalfitana affinché questi portino con sé un ricordo dei sapori tipici della nostra terra.

     La   Presidente
Maria Gabriella Alfano